Westminster

Da sempre simbolo e luogo del potere, sia politico sia religioso. Una vasta area che comprende, oggi, alcuni dei luoghi più famosi e visitati della città

Solitamente quando si parla di Westminster lo si fa insieme a Whitehall. La cosa che si può dire, subito, di Westminster è che sia il simbolo del potere da oltre mille anni, da quando Edoardo il Confessore decise che doveva essere così. Quello che era il nucleo nascente del Parlamento usava riunirsi nell'omonima abbazia fino a quando fu il palazzo reale a prendere questa funzione. Nel frattempo Whitehall Palace veniva distrutto dalle fiamme e progressivamente sostituito da uffici governativi. Oggi, grosso modo, si può dire che Westminster sia dominio dei politici e Whitehall dei funzionari statali.

Fino al seicento si può dire che Westminster fosse una città a sé mentre oggi la sua area coincide con quasi tutto il West End e alcune porzioni di Mayfair e Belgravia. E anche per questa estensione Westminster comprende alcuni degli edifici più rappresentativi e famosi di tutta la città: il Parlamento, l'Abbazia, il Big Ben, la national Gallery e la mitica Trafalgar Square.

Trafalgar Square è da quasi due secoli sia attrazione turistica sia simbolo di importanti manifestazioni pubbliche, come quella che venne organizzata per chiedere il suffragio universale. In dicembre poi si colora di una particolare atmosfera natalizia grazie al celebre ed enorme albero di Natale che viene lì allestito. Su questa piazza si trova anche uno di quelli che, a tutti gli effetti, può essere considerato il monumento più amato dai londinese e cioè la Colonna di Nelson circondata da quattro giganteschi leoni in bronzo. Il lato nord della piazza è interamente occupato dall'edificio neoclassico della meravigliosa National Gallery.

Whitehall, il viale che unisce Trafalgar Square con Parliament Square è oggi legata all'immagine di funzionari e burocrati; ma fino al seicento era la residenza dei reali; da ricordare che il Whitehall Palace era la sede dell'arcivescovo di York e successivamente ampliata da Enrico VIII che ne dovette fare la sua sede dopo la distruzione del Palazzo di Westminster. Ora è la sede dei principali ministeri.

Sul lato ovest di Whitehall si incontra quello che, probabilmente, è uno degli indirizzi più famosi al mondo: quel celeberrimo n 10 di Downing Street, residenza dei primi ministri fin dal 1732.

Un'altra via molto conosciuta, ad ovest dell'Abbazia di Westminster, è la celebre Millibank; celebre perché qui si trova un altro simbolo della città e cioè la Tate Britain che prende il nome dal suo fondatore, quell'Henry Tate che inventò la zolletta di zucchero.



Scrivici se hai domande o richieste su Londra

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nome *

Email *

Commento