Monumenti

Impossibile citare tutti i monumenti di Londra dal momento che la città ha un patrimonio storico-architettonico enorme. Ne segnaliamo quindi solo alcuni tra i più conosciuti in tutto il mondo

Anche l'argomento monumenti, a Londra, richiederebbe qualcosa di molto simile ad un'enciclopedia, vista la quantità di luoghi di estrema importanza storico-architettonica. Difficile decidere quali menzionare, ma una scelta, anche per questioni di spazio, si impone.

Forse, parlando di monumenti, possiamo partire da due veri e propri simboli di Londra: il Palazzo di Westminster e il Big Ben. Ci troviamo sulla sponda settentrionale del Tamigi, in quello che ora è il luogo in cui vengono condotte le sedute della Camera dei Lord e dei Comuni. Nato come residenza reale ha un nucleo, quello più antico, la cui costruzione risale al 1097. La maggior parte dell'attuale struttura è stata ricostruita nell'arco del XIX secolo, dopo l'incendio del 1834 che lo distrusse quasi per intero. Praticamente annesso al palazzo ecco il mitico Big Ben, simbolo della città, con il suo orologio che ne scandisce il tempo da metà '800. La torre, in stile vittoriano-gotico, fu conclusa nel 1852 ed ha un'altezza di quasi 100 metri. Il nome del campanile, famoso in tutto il mondo, nasce dalla enorme campana del peso di oltre 13 tonnellate.

Un altro dei monumenti più famosi di Londra è, sicuramente, l'Abbazia di Westminster, anche questa in stile gotico e teatro di incoronazioni reali e di reali sepolture. La sua navata centrale, con i suoi 156 metri, è la più lunga di tutta la Gran Bretagna. In quello che è chiamato Poet's Corner è possibile vedere le tombe di alcuni degli uomini di lettere più importanti, e non solo per l'Inghilterra, come Shakespeare, Browning, Chaucer, Kipling e Dickens.

Non si può parlare di monumenti londinesi senza menzionare Buckingham Palace, la reale residenza. Si tratta di un imponente palazzo con 600 stanze, un parco di oltre 16 ettari, uffici, appartamenti di stato oltre alle stanze private della Regina. Un palazzo che, fino al 1993 era chiuso al pubblico; poi, siccome i soldi fanno comodo, venne aperto ai visitatori e i proventi delle visite investiti per il rifacimento del Castello di Windors, nel frattempo danneggiato da un incendio. Sulla piazza di qusto celebre palazzo si svolge quella che, probabilmente, è la cerimonia più fotografata al mondo e cioè il Cambio della Guardia.

Sempre di stampo reale, come è forse logico che sia in una città come Londra, troviamo un altro dei suoi monumenti più conosciuti: Kensington Palace. Fu costruito nel XVII secolo e si presenta con mattoni a vista, quattro piani e lunghissime finestre rettangolari. L'ultima regina che risiedette in questo palazzo fu la Regina Vittoria; ma il palazzo fu comunque la residenza più amata di tutti i sovrani. Bellissimo il giardino che affianca il palazzo, la cui architettura è sostanzialmente ancora quella del 1705. Kensington Palace attualmente ospita alcuni degli uffici privati di alcuni componenti della famiglia reale. Aperti al pubblico sono quelli che erano gli appartamenti della Regina Vittoria e le stanze che conservano le collezioni di abiti da cerimonia di alcune regine e quelli della mai dimenticata Lady Diana.

Concludiamo questo rapido viaggio tra i monumenti di Londra con il Tower Bridge e la Tower of London, altri due straordinari simboli cittadini. Il Tower Bridge, posto nella parte orientale della città, è un ponte che si apre per far passare le navi che solcano il Tamigi e che ospita un interessante museo che ne racconta la storia. Vicino a questo ponte ecco svettare la mitica Tower of London, edificata in epoca normanna. Originariamente la torre aveva una funzione di controllo del traffico fluviale. Nel corso degli anni anni divenne invece prigione e luogo di esecuzione delle condanne a morte. Oggi è, forse, il luogo maggiormente visitato dai turisti che visitano Londra.



Scrivici se hai domande o richieste su Londra

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nome *

Email *

Commento