Economia londinese

Quando si parla di economia londinese bisogna ricordare che si parla di una della maggiori economie cittadine al mondo. Un'economia poi, da sempre, con la vocazione ai servizi

Parlare dell'economia londinese significa, ancora e nonostante tutto, parlare della sua finanza: Londra resta il più importante centro finanziario per il business internazionale; ma oltre a ciò la città è uno dei tre maggiori centri per l'economia del mondo intero, insieme a New York e a Tokio. L'economia londinese è tra le cinque più importanti economie cittadine di tutto il mondo, insieme alla sempre presente New York, Tokyo, Los Angeles e Seoul.

L'economia londinese ha virato verso i servizi ben prima della maggior parte delle altre città europee: e molti furono i fattori che determinarono questa particolarità dell'economia cittadina; il più importante è stato sicuramente il fatto che la lingua inglese sia sempre stata la lingua ufficiale per gli affari. Un altro fattore furono le relazioni che la Gran Bretagna, da sempre, ha intrattenuto con gli Stati Uniti e con paesi dell'Asia e del Medio Oriente. Altro motivo è stato il sistema legislativo inglese, spesso punto di riferimento per le normative legate al business. Oltre a tutto ciò l'economia londinese ha beneficiato di un sistema di infrastrutture tra i migliori al mondo e di un clima che non è sbagliato definire business friendly grazie soprattutto a tasse relativamente basse. Un numero può rendere ancora più chiara l'importanza dell'economia dei servizi per Londra: oltre l'80% della forza lavoro è impegnata in questo settore.

Più della metà delle 100 imprese della graduatoria della FTSE e oltre 100 delle 500 maggiori compagnie mondiali hanno una sede a Londra: un motivo ci sarà. Sicuramente tra i servizi, a occupare un ruolo considerevole nell'economia londinese, vi sono quelli legati all'industria dei media.
Tra i settori di maggiore importanza ( e in continua crescita) dell'economia londinese vi è il turismo. La città ormai è visitata ogni anno da un numero di viaggiatori che si avvicina ai venti milioni: quali ricadute occupazionali possano avere queste cifre è facilmente immaginabile.

Banche, società finanziarie e assicurative, compagnie dell'IT: queste sono, insieme alle attività legate all'ospitalità, i cardini dell'economia londinese che, non a caso, è ormai la capitale europea delle start-up, in particolare quelle del settore high tech. Ma decisamente in crescita sono i numeri legati al turismo: l'industria turistica londinese è, per qualità e tipologia di servizi, la migliore al mondo: questa forse può essere una sorpresa per chi pensava che le vere macchine turistiche fossero paesi come la Spagna, la Francia o l'Italia.

Di non secondaria importanza gli introiti che Londra ricava dai suoi centri formativi, in particolare alcuni suoi istituti universitari e di ricerca: cosa abbastanza ovvia se si pensa che Londra è la città europea maggiormente dedita all'innovazione.



Scrivici se hai domande o richieste su Londra

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nome *

Email *

Commento